Omelia V Domenica di Pasqua di p. Alex Carrillo

V DOMENICA DI PASQUA (ANNO A)

Così nasce la Chiesa, piano piano, sempre guidata dello Spirito Santo, al quale la Chiesa si rivolge per discernere la Volontà di Dio in ogni momento della storia. Ricordiamo anche oggi le due colonne della Chiesa: il Magistero di Pietro e il Carisma di Paolo. Il motivo questo, per cui in certi casi si convoca il gruppo degli Apostoli chiamato Concilio. Il fine del tutti i Concili nella storia della Chiesa è quello di discernere e trovare soluzioni ai diversi problemi facendo forza sull’ausilio della Parola di Dio senza dimenticare i poveri e i bisognosi. La Gloria di Dio e la felicità degli esseri umani, come ricorda San Irene, per chi loda il Signore è doppia, per la felicità di Dio e quella propria. La Gloria di Dio c’è nella benedizione che viene fuori proclamata dalla nostra bocca, così come ogni incontro di lode per gloria di Dio è un atto di bellezza e piace, rallegra il cuore. La nostra vita così in questa valle di lacrime, ci converte ogni giorno e diviene una necessità di ogni momento. Con la dottrina degli Apostoli, la Liturgia della Chiesa insieme alle altre pratiche cristiane che riassumono la Legge e i Comandamenti, diventiamo pietre vive di Cristo. IL nostro corpo ecclesiale, così come ben definisce il Concilio Vaticano II è Corpo di Cristo. Tutti, uniti nello stesso pensare, sentire e agire; chiunque fa questo cammina con la Chiesa alla Luce dello Spirito Santo ed esercita la fede, facendo parte del Corpo Mistico di Cristo. Per tale ragione, Cristo ci dice che il Regno di Dio è dentro a ciascuno di noi, perchè siamo parte di Lui. Ha inizio con il nostro battesimo e continuano a rinnovarsi per mezzo delle buone opere, rinnovamento de tutte quelle promesse battesimale fino al giorno della nostra morte fisica.

Quel giorno verrà e ci prenderà con Lui per andare alla Casa del Eterno Padre Misericordioso per continuare a vivere la Pasqua Eterna. Lui la nostra via, percorre il tempo sempre con me. Lui è la verità credere a Lui solo a Lui; Lui la nostra vita: fisica e anche spirituale, temporale e anche eterna, Nostra gioia pasquale, è questa! Essere sicuri come dice San Giovanni che Dio è Amore, che la Misericordia del’Eterno Padre è stata manifestata in Cristo Gesù. Per questo il Regno di Dio comincia da oggi, dentro di me, da questo momento. Felice Domenica di Pasqua, Veramente Cristo è Risorto e ci precede in Galilea.

Shalom Tob! Pace e Bene!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *