Arturo Monaco: ‘188.000 euro per la Basilica-Santuario del Padre Maestro’

L’annuncio è arrivato ieri sera a conclusione della Solenne Celebrazione Eucaristica per la Festa della Nascita di S. Francesco Antonio Fasani. Il finanziamento, ottenuto grazie all’8×1000 della Chiesa Cattolica, sarà utilizzato per lavori di consolidamento e restauro dei prospetti esterni, dei portali, del rosone e delle pareti esterne del tempio francescano dedicato ed intitolato al Santo di Lucera.

“Per un progetto presentato due anni fa- ha precisato il Direttore dell’Ufficio Tecnico Diocesano- è stato approvato per la nostra Diocesi un finanziamento complessivo di trecentomila euro, di cui alla Basilica “S. Francesco d’Assisi – Santuario “S. Francesco Antonio Fasani” saranno destinati 188.000,00 euro a fondo perduto“.

Ha aggiunto poi che entro l’inverno prossimo si spera possano partire i lavori. Di più. Il cantiere sarà “didattico, per cui gli interventi, previa autorizzazione, potranno essere seguiti e studiati anche dai non addetti ai lavori”.

Tale contributo arriva dopo l’ultimo intervento di recupero strutturale della Basilica-Santuario, che negli ultimi 25 anni ha permesso la realizzazione di lavori per il consolidamento e il restuaro del tetto e delle pareti interne. Ciò, ancora grazie all’8×1000 della CEI.

Arturo Monaco ha inoltre spiegato, ai fedeli presenti e a tutti coloro che seguivano la diretta streaming Facebook e Youtube della Basilica-Santuario, di Lucerabynight e di Studio9tv, che, attraverso la richiesta e il progetto ad hoc dell‘Ufficio Diocesano Beni Culturali ed Ecclesiastici, diretto da don Luigi Tommasone, di cui Arturo Monaco è consulente, il serafico tempio è stato dotato proprio in questi giorni di un impianto di videosorveglianza.

“Non poteva esserci data migliore e più appropriata per fare questo annuncio, ossia il giorno della Festa della Nascita del nostro Padre Maestro” ha affermato con gioia e soddisfazione il geometra lucerino. “Il nostro Santo- ha ricordato – tanto si è speso per riparare l’allora Chiesa di San Francesco, specie dopo il terremoto del 1731”, sottolineando come l’architetto Nunzio Tomaiuoli ebbe a lodare l’opera del Fasani a favore del pregiatissimo monumento, tanto che si può affermare senza alcun dubbio che “se godiamo ancora della bellezza di questo tempio, è proprio grazie al Padre Maestro”.

Beh, a questo punto, è il caso anche da parte nostra e di noi tutti ringraziare e lodare Francesco Antonio e coloro i quali stanno continuando e continueranno questa importante opera di conservazione e di abbellimento di un edificio sacro così importante e significativo per Lucera, per la Diocesi e per l’intera provincia di Foggia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *