Il lucerino fra Raffaele Di Muro è il nuovo Preside del “Seraphicum” di Roma

E’ appena giunta la notizia: p. Raffaele Di Muro OFMConv è il nuovo Preside della Pontificia Facoltà Teologica “San Bonaventura” Seraphicum, la più antica realtà accademica francescana, fondata il 24 gennaio 1905 e retta dall’Ordine dei Frati Minori Conventuali. La nomina è arrivata dalla Congregazione per l’Educazione Cattolica della Santa Sede.

Nato a Lucera (FG) il 25 marzo 1969, fra Di Muro emette nel 2000 la professione solenne nell’Ordine dei Frati Minori Conventuali e l’anno successivo viene ordinato presbitero.

Laureato in Scienze Politiche all’Università di Bari, nel 2001 consegue il Diploma di Grafologo presso la Scuola Superiore “Girolamo Moretti” di Roma e nel 2004 il Dottorato in Sacra Teologia (indirizzo teologico spirituale) alla Facoltà che oggi è chiamato a guidare.

Diversi gli incarichi accademici ricoperti tra i quali, per rimanere all’oggi, quello di docente ordinario di Teologia Spirituale e di Spiritualità Francescana alla Pontificia Facoltà Teologica “San Bonaventura” dove è direttore della Cattedra Kolbiana, coordinatore della Licenza in Francescanesimo e direttore della “Scuola di Grafologia Seraphicum”.

Molto vivace l’attività di studio e ricerca che registra una ricca bibliografia sulla spiritualità e sul francescanesimo, con una particolare attenzione rivolta a santa Chiara d’Assisi, al confratello san Massimiliano Kolbe e ai mistici, francescani ma non solo.

In ambito editoriale, fra Di Muro è direttore responsabile ed editoriale di Miscellanea Francescana (la più antica rivista di studi francescani, a carattere scientifico, a livello nazionale e internazionale) e dell’omonima casa editrice, riveste inoltre l’incarico di direttore editoriale delle riviste Miles Immaculata e Luce Serafica, oltre che di redattore del mensile San Bonaventura informa.

Assistente spirituale della Milizia dell’Immacolata internazionale (di cui è stato anche presidente), dal 2014, con nomina di papa Francesco, è Consultore della Congregazione per le Cause dei Santi.

Si tratta del 19° Preside della Facoltà.

Dunque un nuovo passo in avanti per la Facoltà francescana, caratterizzata da una marcata impronta internazionale, meta della visita di due pontefici oggi santi – Paolo VI nel 1974 e Giovanni Paolo II nel 1986 – impegnata a tramandare l’insegnamento teologico e francescano con uno sguardo sempre proteso verso le domande di senso che la storia impone.

Interpellato dalla nostra redazione, p. Raffaele si dice felicissimo del nuovo incarico, giunto in realtà a sorpresa, ma- ha aggiunto- “determinato anche dai buoni risultati della Scuola di grafologia di cui sono direttore”,

La redazione si congratula con p. Raffaele e gli augura un proficuo e apprezzato cammino in questo nuovo, prestigioso incarico.

fonte: Seraphicum Press Office

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *